La Stazione Dohrn per la bonifica di Bagnoli: a via i lavori

Valentina Cosentino
La Stazione Dohrn per la bonifica di Bagnoli: a via i lavori
Vota questo articolo

E’ stato approvato dal Miur e Cipe, il progetto per “lo studio degli effetti delle condizioni acute e croniche su biodiversità e funzionamento ecologico della baia di Bagnoli-Coroglio.”

Il progetto prevede 60 ricercatori dai principali enti di ricerca e dalle principali università (Szn, Ispra università Federico II, Uni Campania, Pathenope, Cnr isac, Cnr iamc, Univpm, Ingv enea, Iss) per restituire il mare di Bagnoli alla città.

Roberto Danovaro, presidente della Stazione zoologica Anton Dohrn, così dichiara a Repubblica: “Abbiamo riunito a Napoli le migliori competenze della ricerca del paese per affrontare una sfida unica in Europa. Restaurare gli ecosistemi marini di Bagnoli e lo faremo in stretta collaborazione con Invitalia e ministero ambiente”. “Il restauro del sin Bagnoli-Coroglio rappresenta una sfida complessa che potrà consentire lo sviluppo di metodologie innovative applicabili in casi simili in Mediterraneo e in Europa. E’ doveroso sottolineare la lungimiranza del Miur nell’aver sostenuto una proposta di ricerca quale contributo essenziale alla conoscenza indirizzata al restauro di un ambiente marino costiero straordinario, dove l’impatto dell’attività industriale ha prodotto drastici cambiamenti ambientali”.

Fonte: Repubblica.it



Comments to La Stazione Dohrn per la bonifica di Bagnoli: a via i lavori

  • Spero che il progetto per “lo studio degli effetti delle condizioni acute e croniche su biodiversità e funzionamento ecologico della baia di Bagnoli-Coroglio.” approvato dal Cipe e dal Miur si concretizzi presto e non resti lettera morta come è avvenuto in diverse altre occasioni.

    Gian Franco Mascoli 17 marzo 2017 13:08 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu