Arriva la pasta al caffè Kimbo, ricca di antiossidanti!

Arriva la pasta al caffè Kimbo, ricca di antiossidanti!
Vota questo articolo

Non c’è limite all’originalità dei napoletani, soprattutto in ambito culinario: i prodotti della nostra cucina sono amati e imitati (senza successo) in tutto il mondo, basti pensare ai disastrosi tentativi di preparare primi piatti calando la pasta nell’acqua prima dell’ebollizione o aggiungendo gli ingredienti più disparati, che farebbero inorridire anche i palati meno esigenti. I napoletani, si sa, ci tengono alla qualità dei loro prodotti e al rispetto della tradizione, ma non rinunciano mai ad un pizzico di innovazione per rendere sempre nuovi e interessanti anche i più classici dei cibi. Prendiamo ad esempio la pasta: oltre alla versione tradizionale troviamo quella al nero di seppia, agli spinaci, alla curcuma, al concentrato di pomodoro, alla barbabietola, alla zucca e, udite udite, al caffè!

Gusto unico per un benessere assicurato!

Questa sfiziosa variante nasce dall’incontro tra Kimbo e La Fabbrica della Pasta, storico pastificio artigianale di Gragnano, che hanno dato vita ad un prodotto unico, lavorato secondo la tradizionale trafilatura al bronzo ed essiccato a basse temperature. Sono quattro i formati disponibili sul mercato: Fusilloni, Caccavella, Paccheri e Mezzi Paccheri, in vendita a partire dal 21 febbraio nelle confezioni da 500 grammi. Il gusto è dato dall’8% di polvere di caffè presente nell’impasto insieme ad acqua e semola di grano duro, aggiungendo al prodotto una buona quantità di antiossidanti utili a contrastare i radicali liberi.

Da uno studio condotto dal prof. Alberto Ritieni Ordinario di Chimica degli Alimenti del Dipartimento di Farmacia della Federico II di Napoli, emerge che la pasta al caffè fa benissimo alla salute, grazie ad una più alta percentuale di fibre, un ridotto tenore di cloruro di sodio e la presenza di caffeina e acido clorogenico, sostanze ideali per chi pratica sport, per chi segue diete povere di sodio e per i palati curiosi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu