Allarme siccità: la Regione Campania chiede lo stato di calamità naturale.

Allarme siccità: la Regione Campania chiede lo stato di calamità naturale.
Vota questo articolo

La siccità sta colpendo gran parte dell’Italia, in particolar modo il Meridione.

Tra le varie regioni del mezzogiorno italiano messe in ginocchio dalla siccità, c’è la Campania in cui si è creato un vero e proprio stato di allarme.

La giunta regionale della Campania, su richiesta del presidente Vincenzo De Luca, ha scritto al Ministero delle Politiche agricole chiedendo che venga riconosciuto sul territorio regionale lo stato di calamità naturale a causa della siccità che ha interessato la Campania nel periodo che va da dicembre 2016 a marzo 2017.

La situazione sembra piuttosto preoccupante; infatti dai  dati pluviometrici raccolti nelle numerose stazioni presenti nella regione è emerso che i millimetri di pioggia caduti dallo scorso dicembre fino a ora sono prossimi allo zero.

Il problema della siccità è destinato ad aggravarsi soprattutto a causa dell’aumento delle temperature , finendo per arrecare danni consistenti anche alla produzione agricola regionale.

Il consigliere di De Luca , all’Agricoltura, Foreste, Caccia e Pesca, Franco Alfieri, ha dichiarato che i danni che si sono avuti all’agricoltura campana a causa della siccità hanno superato la soglia del 30%, limite previsto dalla normativa vigente per poter fare la richiesta di declatoria dello stato di calamità.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu