Alla scoperta di “Arrecriarsi”, un gioioso vocabolo campano

Napoletanità
Articolo di , 26 Apr 2021

 

La lingua napoletana è estremamente vasta, è senza dubbio vastissima. Esistono al suo interno termini davvero variegati e variopinti. E tutti loro rendono il napoletano assolutamente peculiare e incredibilmente pronto a ogni evenienza e a ogni necessità. Per qualsivoglia occasione, infatti, la lingua campana maggiormente nota offre un ventaglio di possibilità per esprimere al meglio le proprie sensazioni, le proprie previsioni, le proprie opinioni e il proprio punto di vista su una particolare questione. E può farlo grazie alla grande storia della città, così ricca da aver inciso in svariati modi anche nella sua lingua.

 

In essa infatti confluiscono esperienze dei singoli cittadini, caratteristiche riscontrabili in una bella fetta della popolazione partenopea, condizionamenti accolti e subiti dalle varie dominazioni, conseguenze degli incontri con gli altri popoli, leggende metropolitane, fantasie tramandate, e davvero tanto altro ancora.

 

Tra i termini particolari ne figura uno molto noto. Si tratta di arrecriare.
Arrecriare è giustappunto un vocabolo molto peculiare. Ciò perché rientra tra quelli che, quando vengono pronunciati, risultano capaci di riempire la bocca di soddisfazione e al contempo il cuore di gioia. Ci si sta riferendo infatti a un verbo che appartiene alla sfera della positività, poiché esprime gioia e meraviglia. Il significato nascosto dietro arrecriare è infatti essere appagato da un qualcosa.
Arrecriarsi significa perciò risultare soddisfatto da un avvenimento, da una novità, da un nuovo pasto, da un piatto gustoso, da una vittoria, da qualsiasi cosa che abbia un significato per la persona che lo pronuncia e che comporti in quest’ultima una forte sensazione di compiacimento.

 

La parola napoletana è molto vicina al significato dell’italiana ricrearsi. E questa somiglianza ha fatto sì che, a differenza di tanti altri termini partenopei, quest’ultimo sia presente anche al di fuori della Campania. Poiché l’Italia è così ricca di meravigliosi dialetti, alcuni altri del sud ospitano lo stesso concetto, espresso mediante il vocabolo arricriarsi, come è noto soprattutto riguardo la Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...