Al via i lavori alla Riviera di Chiaia: arriva l’asfalto, sampietrini in pensione

Valentina Cosentino
Al via i lavori alla Riviera di Chiaia: arriva l’asfalto, sampietrini in pensione
Vota questo articolo

E’ ufficiale. Dopo i rumors di qualche mese fa, è stato firmato il 31 maggio il decreto della unità operativa dirigenziale pianificazione paesaggistica della Regione Campania che ha rilasciato l’autorizzazione a sostituire la pavimentazione di sampietrini in porfido con l’asfalto sulla Riviera di Chiaia, da piazza Vittoria a piazza della Repubblica.

L’assessore Calabrese dichiara: “Si tratta dell’ultimo atto amministrativo necessario ad avviare i lavori e, in linea con il parere già espresso dalla soprintendenza, autorizza la realizzazione dell’intervento con la rimozione degli attuali cubetti di porfido e l’utilizzo di asfalto di elevata qualità”.

Il progetto per la Riviera di Chiaia prevede un rifacimento della sede stradale con uno strato di base in conglomerato bituminoso, un strato di «binder» e il tappetino di usura, una sede dunque a più strati che ne dovrebbero garantire la perfetta tenuta, indispensabile per questa arteria di grande traffico. I lavori interessano la sistemazione delle caditoie e dei chiusini per il corretto deflusso delle acque. Restyling previsto anche per i marciapiedi che saranno in pietra lavica.

L’assessore Calabrese sul suo profilo social non si sottrae all’ampio dibattito apertosi anche sul rifacimento di altre strade napoletane e sulla richiesta pressante dei cittadini di sostituire il più possibile i sampietrini con l’asfalto, sicuramente meno tradizionale, ma più sicuro e con un impatto sulla rumorosità ambientale ridotto.

Pronti anche i progetti per altre arterie delicate di traffico:

  • Parco Margherita sarà pavimentata con cubetti di pietra lavica di grande pezzatura e i marciapiedi con lastra di pietra lavica Piazza Carlo III fino all’intersezione con l’Orto botanico sarà pavimentata con i sampietrini
  • Corso Vittorio Emanuele, i giochi non sono ancora chiusi nonostante il divieto per ora della soprintendenza che  uspica il ritorno alla pavimentazione in pietra lavica
  • Corso Meridionale: il basolato in pietra lavica sarà sostituito da asfalto
  • via Arcoleo e Galleria Vittoria saranno pavimentati con cubetti di pietra lavica di grande pezzatura e i marciapiedi con lastra di pietra lavica”.

Fonte: Repubblica.it

 

Questo slideshow richiede JavaScript.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu