Aeroporto Archeologico: opere d’arte antica per l’aeroporto di Napoli

Valentina Cosentino
Aeroporto Archeologico: opere d’arte antica per l’aeroporto di Napoli
Vota questo articolo

Un’intesa tra il MIBACT e Gesac – Aeroporto di Capodichino dal 1 Marzo porta l’archeologia direttamente all’aeroporto con l’esposizione di statue e reperti originali e in copia di opere dell’arte antica.

A partire da Mercoledì 1 Marzo al primo piano delle partenze dell’aeroporto Capodichino di Napoli, dopo i controlli di sicurezza, una serie di opere antiche, tra sculture, vasi ed altri reperti, saluterà i passeggeri in partenza dalla città.

Si tratta di “Aeroporto Archeologico”, un’esposizione all’interno dello scalo internazionale nata dagli accordi di partenariato tra la società  Gesac – Aeroporto di Napoli e il Museo archeologico nazionale di Napoli che ha permesso di esporre tra le opere principali una statua in marmo di Nike rinvenuta nel 1893 in via Antonio Scialoia, nel corso della demolizione della chiesa di Sant’Agata agli Orefici, durante il Risanamento. L’opera non è l’unica in esposizione, vi saranno, inoltre, un serie di altri reperti originali ed altri in copia di opere rinvenute nelle città vesuviane.

In tal modo si vuole proporre ai passeggeri in partenza un “catalogo” del patrimonio archeologico delle città e della regione che hanno appena visitato.



Comments to Aeroporto Archeologico: opere d’arte antica per l’aeroporto di Napoli

  • Per un napoletano come me che vive al nord sono queste le notizie che mi piacerebbe leggere sempre più spesso !

    pino borrelli 16 giugno 2017 0:05 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu