Acque miracolose ad Acerra: ecco la sorgente del Riullo

sorgente-del-riullo-acerra
Acque miracolose ad Acerra: ecco la sorgente del Riullo
4.5 (90%) 6 votes

Acerra, terra conosciuta più per le sue problematiche che per il fatto di essere una delle più antiche della Campania, abitata sin da epoca preistorica perchè ricca di vegetazione, fauna e numerosi corsi d’acqua, torna a risplendere.
Terra di morte, sta diventando sempre di più una terra di guarigione, dopo aver riportato in vita la sorgente del Riullo, sorgente di acqua termale sulfurea, con proprietà benefiche per le malattie della pelle. L’acqua sulfurea che cura ogni tipo di dermatite, sta guarendo già numerosi casi dichiarati “impossibili”. Non stiamo parlando di Lourdes, per carità, ma sicuramente ci sono già numerose testimonianze di chi ne ha tratto benefici. Benefici derivanti da doni della natura ovviamente, come tutte le acque termali d’altronde.

La sorgente del Riullo ad Acerra, è stata riportata in auge da un gruppo di volontari, l’associazione “Amici del Riullo“, con il vicepresidente Mimmo Gaglione, con l’intento di riqualificare l’intera zona di Acerra e a giudicare dal flusso di persone che sta iniziando a popolare il Riullo, si prevede un bel futuro.
C’è una vegetazione selvaggia e bellissima e piante curative quasi introvabili – dichiara Mimmo Gaglione – Tra queste la Chelidonia, classificata tra le erbe fitoterapiche. Sono un’ oasi da riscoprire e da far conoscere, un vanto per Acerra e per l’intera regione”.



Comments to Acque miracolose ad Acerra: ecco la sorgente del Riullo

  • Io ci sono stato e consiglio a tutti di visitarlo… È un luogo meraviglioso

    Cristian 17 aprile 2016 10:06 Rispondi
  • Mi auguro che tutto questo risponde a verità

    Anna mautone 12 giugno 2016 11:43 Rispondi
  • Spero che sia tutto vero anche per tutti quelli che credono

    Anna mautone 12 giugno 2016 11:46 Rispondi
  • In verità sono un po scettica mi auguro che sia tutto vero

    Anna mautone 12 giugno 2016 11:48 Rispondi
  • Mi sono messo in contatto con l arpac i quali non hanno mai fatto delle analisi circa le acque se fossero inquinate o meno
    Ora terra dei fuochi falda acquifera fatevi due conti

    Francesco 12 giugno 2016 15:36 Rispondi
  • È vero??
    Per toccare quell’acqua come si deve fare bisogna pagare? Fatemi capire.

    giuseppe 29 giugno 2016 18:12 Rispondi
    • La sorgente è completamente gratuita, ma purtroppo al momento è asciutta.

      Valentina Cosentino Valentina Cosentino 29 giugno 2016 18:37 Rispondi
  • ma in questo periodo la sorgente è attiva o è asciutta?
    Grazie

    Francesco 3 marzo 2017 14:21 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu