A via Duomo shopping e cultura si incontrano: Napoli città europea

via-duomo
Maurizio Guariniello

Una crisi economica visibile nella via dei Musei, con molti esercizi commerciali chiusi.

Eppur tuttavia non si arresta il processo di riqualificazione già in atto per questa zona di Napoli, che riveste un ruolo nevralgico quale cerniera tra la Sanità e Forcella.

 

Così al riguardo Luigi Guadagno, presidente Comitato Vivi Via Duomo: “Dopo 10 anni abbiamo deciso di trasformarci a breve in associazione. Ci battiamo principalmente per la pedonalizzazione della strada, dall’incrocio con via Foria fino a piazza Nicola Amore. A fine maggio dovrebbe aprire la stazione della metropolitana, anche perché il cantiere è stato purtroppo uno dei motivi del declino dell’area“.

 

E guardando in avanti, oltre la pandemia, aggiunge: “… si stanno aprendo pub, bar e street food grazie anche al progetto di allargamento dei marciapiedi che ha consentito la nascita di nuove attività…”.

 

Nella sua vision, Via Duomo non sarà più solo la strada dei Musei.

 

Bensì un vero melting pot.

 

Un crocevia strategico dove la cultura, già ampiamente rappresentata, incontrerà sinergicamente lo shopping e la ristorazione, un po’ come avviene già nelle grandi capitali europee, quali possono essere Berlino o Amsterdam.

Andando a generare, e sedimentare, un contesto elettivo per la città partenopea, un nuovo microcosmo tutto da vivere.

 

Ed una piccola iniziativa quasi a dare il via a questo circolo virtuoso.

Per San Valentino, l’invito è ad esporre per ogni vetrina una gigantografia dove chiunque potrà scrivere una dedica sul tema dell’amore.

 

(fonte ilmattino.it)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu