A Napoli, lavanderia sociale e il centro di Prima Accoglienza si rinnova

Valentina Cosentino

 

Sono arrivate in questi giorni otto lavatrici industriali al centro Comunale di Prima Accoglienza di Via de Blasiis. In tal modo il centro si rinnova e si pone sempre di più al servizio dei senza fissa dimora in difficoltà.

 

Il centro che da 25 anni è al servizio di chi vive per strada è stato trasformato in un centro anche residenziale che può accogliere fino a 60 persone alle quali offre percorsi di reinserimento sociale.

 

In costante collaborazione con il centro di Via Tanucci Drop in che offre docce e lavanderia la città di Napoli è sempre più vicina ai più deboli per consentire loro di avere spazi in cui dedicarsi alla cura della persona spesso il primo passo per una rinascita sociale.

 

Così l’ Assessore alle Politiche Sociali Monica Buonanno commenta l’iniziativa: “E su questa direzione  presto verrà per indetta la gara rivolta al progetto  “Percorsi di Autonomia Guidata Adulti in Difficoltà”, anch’esso finanziato con risorse del PON METRO 2014-2020. I percorsi che stiamo ponendo in essere, con notevole sforzo ed impegno, sono mirati alla creazione di nuove opportunità per chi, per i più svariati motivi, è finito ai margini della società, ed è la dimostrazione che non vogliamo lasciare nessuno indietro. Iniziative come questa vanno proprio in questa direzione: formazione di competenze, inserimento sociale, recupero del proprio io e – dove persa – dell’autostima. Lo facciamo – conclude la Buonanno – creando un vero e proprio contesto ‘lavorativo’, per un periodo limitato, in cui i cittadini con fragilità sono accompagnati in un percorso comunque autonomo da equipe con specifiche competenze educative”.

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu