Villa Lysis: la location per matrimoni più desiderata del Golfo di Napoli

Fabio Avallone
Villa Lysis: la location per matrimoni più desiderata del Golfo di Napoli
Vota questo articolo

Un boom di richieste dopo i lavori realizzati nell’ultimo anno

Il fascino di Villa Lysis, il gioiello liberty incastonato tra le colline di Capri, sembra non conoscere confini. L’edificio progettato nel 1905 da Edouard Chimot per conto del poeta francese Jacques d’Adelsward-Fersen, a pochi metri dalla villa dell’imperatore Tiberio, infatti, è diventato l’oggetto del desiderio delle coppie che vogliono celebrarvi le nozze o le unioni civili, ma anche il set ideale per fotografi e registi. Negli ultimi mesi le richieste sono diventate talmente tante che il Comune di Capri è stato costretto ad emanare un regolamento, con tanto di tariffario, per regolare gli accessi.

“Abbiamo avuto un boom di richieste, dopo i lavori e le attività culturali dell’ultimo anno. – ha dichiarato l’assessore al turismo, Antonino Esposito – E in particolare sono in molti a chiedere di celebrare unioni civili qui, legandosi in particolare alla storia dell’immobile”.

L’assessore fa riferimento al nome della villa, Lysis, che deriverebbe dal celebre dialogo di Platone, “Liside”. Un dialogo sull’amicizia e l’amore, anche omosessuale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La fama e la bellezza della villa avevano già indotto l’amministrazione comunale a disporre, circa un anno fa, che l’ingresso per i visitatori non fosse più gratuito. Ma il ticket d’ingresso, per la verità irrisorio – 2 euro – non ha scoraggiato i tantissimi turisti, molti dei quali, evidentemente, sono rimasti talmente incantati da volerci tornare nel giorno più importante della loro vita.

Le tariffe sancite dal Comune vanno da 500 a 3000 euro, a seconda dell’uso per il quale si chiede la villa. Va detto che per le attività con finalità culturali il Comune concede la location gratuitamente. Sconti sono, inoltre, previsti perne sia per continuare nelle opere di restauro e manutenzione che per finanziare progetti legati alla valorizzazione culturale della villa e di tutta l’isola di Capri.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu