Tu chi sei… Jovine feat. O’ Zulù

Grande Napoli
Tu chi sei… Jovine feat. O’ Zulù
Vota questo articolo

Ormai Jovine è una grande realtà della musica napoletana, producono una musica particolare ed unica che piace molto non solo ad una categoria di persone.

Il Mondo E’ Fuori“ è un universo di colori ed emozioni che può essere raccontato anche in immagini. E infatti Jovine, la reggae band napoletana guidata da Valerio, usa questo registro espressivo per dare visione oltre che ascolto, di canzoni che hanno sempre voglia di raccontare storie con stile e con la giusta dose di realismo. Ecco dunque che dall’album, che tante soddisfazioni sta dando alla band come dimostrano i tanti concerti tenuti in tutta Italia, viene estratto un altro brano per poi girarne il relativo video ufficiale. Nasce così “Tu Chi Sei”, che vede la preziosa e fondamentale partecipazione di O Zulù, anima storica dei 99 Posse. Per girare il video si è scelta come location la tranquilla Montemiletto, adagiata sulle colline irpine dove natura e tradizioni vivono, a dispetto di ogni deriva modernista.

Il regista è Gianluigi Sorrentino, mentre la produzione è di Incolore Communication. “Tu Chi Sei” è una delle più belle tune contenute nel disco, grazie ad una solida base roots reggae, che ben supporta la voce dei due artisti, con Valerio che sconfina nella potenza del ragamuffin style e con Luca Persico (vero nome di O Zulù, ndr), che usa invece più i toni di un moderno “storyteller”. L’autorità , il sentirsi qualcuno, quella irrefrenabile voglia che ti porta a giudicare anche mondi che non conosci, quello stare seduti in poltrona mentre emetti sentenze o condanne, sono tutti atteggiamenti che nella canzone vengono condannate senza appello.



Comments to Tu chi sei… Jovine feat. O’ Zulù

  • Jovine è bravo e in questi anni è cresciuto molto, ma la cultura musicale a napoli penso che sia portata avanti ancora dalla vecchia guardia, 24 grana, 99 posse, in parte almamegrettae tanti altri che agli inizi dei ’90 hanno dato vita ad un progetto musicale e politico di rinnovamento, oggi napoli non è dormiente, ma artisticamente manca di progettualità e stanno uscendo fuori gruppi interessanti che però hanno il limite, se di limite si tratta, di non schierarsi, di fotografare e basta, peso ai cos’ang, fuossera e tanti altri, fotografare è una forma di schieramento, ma dalle loro canzoni emerge solo cupezza, non ci sono raggi di sole

    dente78 27 luglio 2011 1:00 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu