Luoghi da vedere: Piazza Dante e la sua storia

Grande Napoli

Piazza Dante, è uno dei luoghi e delle piazze più importanti della città di Napoli ed ha un’affascinante storia.
L’aspetto che ha oggi la piazza è solo il frutto di una revisione e trasformazione attuata nel tempo del progetto di Luigi Vanvitelli, che ha messo la firma sul questo capolavoro di architettura urbanistica, chiamato anche FORO CAPITOLINO.
Fu Carlo di Borbone a commissionare l’opera, e fu scelto come luogo di realizzazione quello che un tempo era il mercato e il punto di ritrovo per gli scambi commerciali della città, il cosi detto, Largo Mercatello.

A completare ed abbellire il progetto, fu eretto un monumento architettonico per celebrare il sovrano borbonico che oggi è diventato il “Convitto Nazionale Vittorio Emanuele” ; in seguito all’ Unità d’ Italia si decise di cambiare il nome dell’intera realizzazione, per cancellare ogni traccia borbonica. Fu posta così una statua raffigurante Dante, il sommo poeta, e questo spazio diventò così Piazza Dante, ed il nome arrivò così ai giorni nostri.
Furono poste sull’edificio 26 statue che raffigurano altrettante virtù del sovrano Carlo III, e ben 3 di queste furono scolpite dal famoso artista Giuseppe Sammartino, l’autore della nota statua del Cristo Velato.
Al centro dell’edificio dove ora è alloggiato il grande orologio istallato su una piccola torretta, doveva essere posizionata una statua del Re a cavallo, però non vi fu mai posta, visto che anche il calco fu distrutto durante la rivoluzione popolare in favore della repubblica.

Dopo le vicissitudini legate ai Borbone e alla nascita dell’unità d’Italia la piazza è stata ridisegnata e ri arredata dall’architetto Aulenti in occasione dei lavori della nuova metropolitana; questo ammodernamento dell’arredo urbano ha suscitato numerose polemica, principalmente per la presenza delle pensiline dell’uscita della metropolitana, e soprattutto per l’utilizzo della pietra lavica dell’Etna al posto di quella vesuviana, già utilizzata in passato.



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu