Santo Stefano a Napoli: musei aperti e tutti gli appuntamenti da non perdere!

Vota questo articolo

Se avete bisogno di prendere una pausa dalle tavole di Natale, ecco tutti gli appuntamenti assolutamente da non perdere in città

Questo Santo Stefano sarà dedicato ai musei, sarà infatti una giornata di apertura regolare per quasi tutti i monumenti o siti culturali campani, statali o privati. In una città come Napoli, così piene di turisti per questo Natale, non poteva esserci notizia migliore. Ecco quindi tutti gli appuntamenti in città:

Alle 17 di Lunedì, al Museo archeologico nazionale, si inaugura  la Mostra di Michele Iodice “Ooparts, Out of Place Artifacts”. Un’installazione site-specific di “reperti impossibili” che invaderanno il Giardino delle fontane con modelli di animali magicamente usciti dalle trame del tempo per dar vita ad una sorta di “bestiopoli” nel Mann. Il percorso si aggiunge alla mostra dedicata a Carlo III di Borbone, oltre che alla splendida collezione Farnese e alla sezione pompeiana.

Più su, la pinacoteca di  Capodimonte ospita una speciale versione natalizia dell’iniziativa “Scopri il tuo museo”, curata dai Servizi didattici, con tour alla scoperta della sua collezione permanente, rivolti ai più piccoli e alle loro famiglie. Lunedì si comincia alle ore 10.30. Tutti i bambini avranno una mappa tematica, di linguaggio immediato (che si può scaricare anche dal sito del museo o al link www.sed.beniculturali.it.), per una speciale caccia al tesoro, con visita guidata a cura di Paola Aveta e Vincenzo Mirabito (info e prenotazioni allo 081 749 9130). Capodimonte (che fino al 9 febbraio accoglie anche “La donna col liuto”, tela del maestro fiammingo Jan Vermeer proveniente dal Metropolitan Museum) sarà aperto anche sabato 31 dalle 8.30 alle 14 e a Capodanno, dalle 11 alle 18.

Al Centro Storico, invece, non si può prescindere da una visita al complesso di San Domenico Maggiore o al Museo Capella Sansevero, il gioiello di Raimondo Di Sangro, aperto, come sempre, dalle 9.30 alle 18.30 (tranne il 31 dicembre, con chiusura alle 14).

Dal Barocco settecentesco, al contemporaneo di via Settembrini, per un Santo Stefano al Museo Madre, che espone anche il presepe di Jimmy Durham, operativo fino alle 19.30 (il 31 fino alle 18.30 e il primo gennaio fino alle 19.30).

Regolari anche gli accessi alla Certosa di San Martino fino alle 19.30 (da non perdere la tela di Micco Spadaro, di recente acquisizione, sull’eruzione del Vesuvio del 1631), Castel Sant’Elmo, alla Floridiana (entrambi fino alle 17 e il 31 fino alle 14) e a Palazzo Reale (fino alle 20). A pochi passi da N’Albero, c’è anche la splendida Villa Pignatelli (che sbiglietta fino alle 19) nelle cui sale c’è una mostra in omaggio all’arte di Domenico Spinosa.

Prosegue con grande successo al Pan di via dei Mille l’exhibit sulle foto di Steve McCurry (ingressi fino alle 19.30 per tutta la settimana, tranne il 31, con chiusura alle 15.30), chi passeggerà al rione Sanità, potrà approfittare per esplorare le Catacombe di San Gennaro, attive per tutte le festività, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 17 e la domenica dalle 10 alle 13. Le vicine catacombe di Gaudioso effettueranno invece l’orario 10-13. Sarà inoltre possibile partecipare al tour guidato del Miglio Sacro nei giorni 26, 27, 31 dicembre  e il 4,6 e 8  gennaio (prenotazioni allo 081 744 3714).

Volendo invece dedicarsi ad una gita fuori porta, ecco che valgono sempre una visita l’anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere (fino alle 16.40), il parco archeologico di Paestum, così come gli scavi di Ercolano e Pompei (questi ultimi premiati dalla recente riapertura della domus dei Vettii dopo 12 anni di chiusura al pubblico). A Caserta, proseguono gli appuntamenti del calendario natalizio alla Reggia: alle 11.30, l’Orchestra da Camera di Caserta terrà un concerto alle 11.30 nella Cappella palatina. Fino al 6 gennaio sono inoltre attivi i “Percorsi di luce” all’interno del “Cannocchiale”, nel vestibolo inferiore e superiore, e sullo scalone reale.

Ancora, in una nota, la Soprintendenza archeologica e alle Belle arti di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, in occasione delle feste natalizie, annuncia aperture e itinerari ad hoc per le festività.

Questo il programma nel dettaglio
Lunedì 26 dicembre 2016 *
Salerno: Ipogeo S. Pietro a Corte e cappella Sant’ Anna – orario 9.30 – 18.30  (chiusura settimanale  martedi 27 dicembre 2016)
Ascea (SA): Parco Archeologico di Velia – orario 09.00 / 16.30 (chiusura biglietteria ore 15.00)
Buccino (SA): Museo Archeologico Nazionale di Volcei  Marcello Gigante – orario 15.00 / 19.00
Minori (SA): Area archeologica della villa romana e antiquarium – orario 08.00 / 19.00
Mirabella Eclano (AV): Parco Archeologico dell’antica Aeclanum – orario 09.00 / 13.00
*Aperti anche il 31 dicembre.

Fonte Repubblica Naoili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Caricando...
Menu