Primavera napoletana

Grande Napoli
Primavera napoletana
Vota questo articolo

La luce affabilmente ricopre la citta’ come una madre che rimbocca le coperte al piccolo dormiente e infreddolito. Lentamente si ritira lasciando intorno alle 19 la sensazione che ieri sia stato diverso da oggi e che domani ci aspetta qualcosa di nuovo.

Lo spirito gode della luminosita’ e del tepore e abbandona il sarcofago di lana in cui è stato rinchiuso per mesi: il segno inequivocabile della rivelazione primaverile a Napoli.

VIVERE

Un’ora avanti e guadagni un’ora per la tua vita sociale: uscire dall’ufficio sara’ molto meno opprimente e facilmente ti accorgerai che quella povera risorsa tecnologicamente superata, la luce naturale, e’ in realtà una preziosa leva per issare l’entusiasmo ammainato lungo una giornata very busy .

Anzi, diciamo pure che finalmente ci vedi! Vedi ancora qualcosa da fare, da dire, da ridere: a ben vedere ne guadagna anche la prospettiva personale, il punto di vista verso il mondo.

E cosi’, insieme alla luce e al rinnovamento esistenziale di ognuno di noi, la Primavera si fa spazio tra caffè e loungebar, fra aperitivi e happy hour che finalmente possono fregiarsi di “felicita’”.

MORIRE

E quando Napoli si fa bella ogni luogo ed ogni momento puo’ essere fatale: dalle alture di via Tasso miri e rimiri il padre Vesuvio da quella che prima era solo una curva con un muretto. L’occhio si riposa, il corpo si rilassa e un sentimento di congiunzione con quanto esiste intorno ti pervade. Per non parlare degli scorci posillipini.

Al Vomero, il quartiere commerciale, a Chiaia, quello chic e nel Centro storico, quello alternativo e naif, i napoletani fanno salotto per strada, incontrandosi casualmente per lo shopping o per una passeggiata in Floridiana o per un caffe’ a Bellini.

La tavolozza s’illumina col sole primaverile che restituisce vigore alle tinte spente di gennaio,  la tela assume la materialità della tempera, dei colori vivi e pastosi, veri concentrati di positività. Sempre se non sei sprofondato in qualche voragine della strada.

A Napoli si sa, quando piove si aprono piu’ strade che ombrelli!

primavera-a-napoli



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu