Cilento: un paradiso a pochi chilometri da Napoli

Spiagge-del-cilento
Cilento: un paradiso a pochi chilometri da Napoli
5 (100%) 1 vote

Se siete alla ricerca di una vacanza differente dal solito che unisca mare, relax, sport, enogastronomia e natura allora dovete visitare il Parco Nazionale del Cilento. Una vacanza differente perché è lo stesso Cilento ad essere differente da molte altre località turistiche e per svariate ragioni. Infatti qui trovare un mare cristallino che da circa dieci anni ottiene il riconoscimento della Bandiera Blu della FEE, un entroterra che in pochi conoscono ma che offre davvero tanto soprattutto agli amanti della natura e dello sport, una storia millenaria che ancora porta la sua testimonianza grazie ai siti archeologici di Paestum e Velia. Insomma un territorio che offre una vacanza a 360 gradi, per tutte le esigenze e tutte le tasche. E la forza del Cilento a volte risiede proprio nelle sue debolezze e nei suoi problemi. Molti optano per altre mete visto che spesso raggiungere alcune località richiede ore di macchina. Ma è questo il bello del Cilento. La totale assenza di arterie autostradali nelle immediate vicinanze lo rende un’isola felice per le vacanze e una volta giunti a destinazione potrete godere a pieno di tutta la serenità e la tranquillità di questi posti.

 

Se siete amanti del mare siete nel posto giusto.

Come accennato la Bandiera Blu qui è di casa da anni. Tra i comuni cilentani premiati troviamo Agropoli con due spiagge (Trentova e lungomare San Marco), Castellabate, Montecorice-Agnone, Capitello, Pollica-Acciaroli, Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati e Sapri.
E’ innegabile che la fascia costiera sia la più richiesta dai turisti che vengono qui in vacanza. E questo mare piace davvero molto agli italiani; basti pensare che lo scorso anno c’è stato un incremento nelle presenze  soprattutto a Castellabate che com’è noto è stata location del celebre film Benvenuti al Sud.
Il Cilento può essere dunque definito come una sorta di penisola che si protende tra la Piana di Paestum e il Golfo di Sapri, un’infilata di spiagge bordate da rigogliose pinete, rocce disseminate di misteriosi anfratti e cale solitarie. Tutte lambite da un mare di color blu profondo.

Si parte da Paestum che oltre ai suoi templi offre delle bellissime pinete adiacenti la spiaggia dove è possibile rilassarsi e fare qualche breve picnic nelle ore più calde della giornata. Spingendosi verso Sud, ecco Punta Licosa, luogo intatto e meraviglioso, un tempo feudo dei Belmonte, oggi riserva marina protetta e oasi naturale per passeggiate odorose di resina e mare. Questo meraviglioso luogo è raggiungibile esclusivamente via mare o a piedi vista la presenza di una strada privata che ne vieta l’accesso. Ma se volete scoprire il mare più bello e intatto di tutto il Cilento dovete spingervi  in direzione di Pisciotta, Palinuro, Marina di Camerota.
Potete ammirarlo percorrendo la strada costiera fatta di serpentine che si snodano tra la roccia, gli ulivi e il mare, con i pini d’Aleppo che sembrano cadere in acqua. Il paesaggio offre scenari davvero suggestivi come piccoli borghi marinari ancora intatti; tra questi Pioppi dove visse Ancel Keys, l’illustre fisiologo americano padre della dieta mediterranea, e Pisciotta, paesino aggrappato al suo costone tufaceo sopra una valle di ulivi.
Giunti quasi alla fine del territorio Cilentano si giunge a Palinuro con il suo capo che si estende nel mare per circa 2 chilometri e che con i suoi 8,5 chilometri di perimetro costiero rappresenta il più imponente promontorio del Cilento. Qui a lasciarvi senza fiato saranno le sue grotte tra cui la famosa grotta azzurra, poco differente da quella di Capri ma altrettanto suggestiva per i giochi di luce che si sprigionano al suo interno. Se avete la fortuna di percorrere questo tratto di costa non potete non fermarvi a fare un bagno ed ammirare le splendide acque di baia degli Infreschi e di Cala Bianca a Marina di Camerota. Quest’ultima da ben due anni, tramite un sondaggio promosso da Legambiente sul suo sito, è stata eletta spiaggia più bella d’Italia dal popolo degli internauti.
Questi citati sono solo alcuni dei posti in cui trascorrere la vostra vacanza nel Cilento. Per menzionare tutte le località, anche quelle meno conosciute occorrerebbe un intero volume.

cascata-capelli-venere-cilento

 

Un paradiso spesso sconosciuto: l’entroterra

Parlando con qualche cilentano doc e soprattutto con chi di turismo e vacanze ne fa la sua professione scopriamo come una delle grosse carenze è quella di non promuovere e sfruttare a pieno il potenziale offerto dall’entroterra. A detta di molti è proprio da quest’ultimo che deriverebbe il vero potenziale del turismo nel Cilento.
Un territorio di rara bellezza che costituisce l’intero Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, secondo in Italia per dimensioni e, dal 1998, tutelato dall’Unesco come Patrimonio mondiale dell’Umanità.
Un paesaggio davvero molto eterogeneo che alterna la tipica macchia mediterranea a lunghi tratti di pinete e a grandi aree boschive. Chi sceglie di trascorrere una vacanza nel Cilento scegliendo di alloggiare nell’entroterra lo fa soprattutto perché è amante della natura in tutte le sue forme. Qui la fanno da padrone gli agriturismi e i bed&breakfast.
Luoghi dove il tempo sembra essersi fermato e che scandisce ancora come una volta i ritmi lenti di una volta.
Oltre a rilassarvi potrete effettuare delle splendide passeggiate lungo i tanti sentieri boschivi che costeggiano il fiume Calore potrete scegliere di fare del trekking o ancora del canottaggio. Nelle giornate libere se desiderate fare un’escursione vi consigliamo di visitare il paese di Castelcivita, dominato da una torre di avvistamento della fine del XIII secolo e dove si trovano i ruderi dell’antico castello. Ma questa località è nota soprattutto per le sue grotte, un susseguirsi di gallerie, saloni, strettoie e pozzi che danno vita a forme uniche nel loro genere.
O ancora, in direzione sud, potreste fare visita alla bellissima oasi WWF di Morigerati creata nel 1985 con lo scopo di proteggere il ricco ecosistema di quest’area del Bussento.
Ma anche l’entroterra come tutta la fascia costiera è ricca di luoghi affascinati e suggestivi.
Il nostro consiglio, vista la vastità del teritorio, è di scegliere e consultare qualche località sopracitata per prenotare le vostre vacanze nel Cilento e da lì muovervi nelle vicinanze. Su internet troverete tanti portali dedicati al Cilento con guide, suggerimenti e informazioni per permettervi di pianificare al meglio le vostre vacanze.

Per Maggiori informazioni vi invitiamo al portale http://www.guidacilento.com/



Comments to Cilento: un paradiso a pochi chilometri da Napoli

  • Veramente il Cilento è in Campania, in provincia di Salerno: ah, la geografia, questa sconosciuta!!

    Tina62 30 maggio 2017 19:34 Rispondi
    • Si tratta di circa un centinaio di Km da Napoli, decisamente pochi per visitare un paradiso!

      Valentina Cosentino Valentina Cosentino 1 giugno 2017 23:05 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu