Napule, Tu e Io

Grande Napoli

Il grande Antonio de Curtis in arte Toto, tra le sue tante perle ci ha lasciato anche questa….

Io voglio bene a Napule
pecchè ‘o paese mio
è cchiù bello ‘e na femmena,
carnale e simpatia.
E voglio bene a te
ca si napulitana
pecchè si comm’a me
cu tanto ‘e core ‘mmano.
Saje scrivere, saje leggere
parole ‘e passione;
saje ridere, saje chiagnere
sentenno na canzona.
Napule, tu e io…
simme tre ‘nnammurate:
simmo na cosa sola,
gentile e appassiunata.
Nuie simmo ‘e figlie ‘e Napule,
Vommero, Margellina :
quanno se dice “Napule”
s’annomena ‘a riggina!

Traduzione in italiano
Io voglio bene a Napoli
perchè il paese mio
è più bello di una femmina,
calda e simpatica.
E voglio bene a te
che sei napoletana
perchè sei come me
con tanto di cuore in mano.
Sai scrivere, sai leggere
parole e passione;
sai ridere, sai piangere
sentendo una canzone.
Napoli, tu e io…
siamo tre innamorati:
siamo una cosa sola,
gentile e appassionata.
Noi siamo i figli di Napoli,
Vomero, Mergellina:
quando si dice “Napoli”
si innamora la reggina!



Comments to Napule, Tu e Io

  • sono napoletana anch’io mia madre era del vomero ed io son nata li a

    carla 7 luglio 2009 22:14 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu