L’oasi della Valle della Caccia: l’acqua che gioca tra le rocce

Grande Napoli
L’oasi della Valle della Caccia: l’acqua che gioca tra le rocce
5 (100%) 1 vote

L’Oasi della Valle della Caccia, nel cuore dei monti Picentini, regala scorci di incredibile bellezza con le cascate e salti d’acqua creati dal fiume Senerchia.

La Valle della Caccia accoglie i visitatori con una fresca cascatella di 5 metri dalla quale possono imboccare il sentiero delle Acque Bianche che costeggia l’omonimo torrente. Il letto del corso d’acqua è di roccia calcarea che gli conferisce colorazione chiara e trasparenza.

Passando da un ponte ad un altro si attraversa il rigoglioso bosco fatto di querce, faggi, frassini e il raro pino nero, pannelli didattici aiutano a riconoscere le diverse specie. Volpi, tassi, martore e lontre si aggirano tra i ruscelli, le viole, i narcisi e le erbe officinali che crescono numerose.

L’ultimo tratto del sentiero si inerpica tortuoso attraversando una gola formata dal torrente fino ad arrivare alla splendida cascata che fa un salto di 30 metri. Scendendo verso valle al calar della sera potrebbe spuntare qualche lupo, la specie più significativa dell’oasi.

La Valle della Caccia, che fa parte del Parco dei monti Picentini, è gestita dal WWF in accordo con il Comune di Senerchia. Il centro visite è situato nel centro storico del paese dove ha sede anche il museo del Lupo.

Come arrivare

In auto: percorrere l’autostrada A3 SA- RC, uscita Contursi Terme, e poi proseguire lungo la SS 91 Fondo Valle Sele , uscita Quaglietta-Senerchia,  indicazione Valle della Caccia.

In treno: stazione Contursi Terme.

Per ulteriori informazioni sulla visita: http://www.oasivalledellacaccia.it/visita-loasi.html

Questo slideshow richiede JavaScript.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu