La teoria della volontà razionale, saggio d’esordio di Alessandro Ridosso

Grande Napoli

Il saggio d’esordio, La teoria della volontà razionale di Alessandro Ridosso (Amazon.it, 2016, pp.89, 4,99 euro) si apre con una domanda solo apparentemente semplice e banale: <<che significato nasconde, nella totalità dei suoi aspetti, la vita?>>.

Giunta ormai un’epoca prevalentemente politica e dal forte carattere scientifico, secondo l’autore, chi si occupa di filosofia non dovrebbe più stagnare su posizioni meramente teoriche, ma provare, in modo concreto a indicare all’uomo, se possibile, la sua vera meta, che è l’azione. Ecco allora che la ricerca del fondamento, filosoficamente inteso quale solida base su cui poggia un determinato pensiero, rappresenta la questione per eccellenza. Come provare a cimentarsi in questa ardua ricerca che ha impegnato generazioni di uomini? Il punto di partenza di questo saggio è la filosofia tedesca del XIX secolo, con particolare attenzione all’interpretazione che Schopenhauer ha offerto del concetto di libertà. L’intento dichiarato del saggio è quello di presentare una teoria che sia in grado di apportare nuove considerazioni circa il problema del principio dell’Universo, attraverso tre brevi capitoli anticipati da un’introduzione.

I primi due capitoli sono dedicati rispettivamente al concetto di libertà e a quello di causa e alla conseguente disputa che ne deriva tra il determinismo e le implicazioni filosofiche dell’indeterminismo scientifico. Tale approccio è giustificato dal fatto che l’interrogazione: <<che cosa può dirsi libero?>> sia da intendersi come la domanda fondamentale di tutta la riflessione filosofica, in quanto, da un suo svelamento, potremmo da una parte osservare se l’agire umano sia sottoposto o meno alle rigide legge della natura e capire se un sistema di pensiero possa indicare all’uomo la sua vera strada, e dall’altra comprendere il principio o fondamento dell’Universo. Nel terzo e ultimo capitolo è introdotta la teoria della volontà razionale, che intende il principio dell’Universo come la realizzazione armonica di un progetto razionale, a partire da un dispiegamento irrazionale, attraverso un metodo di pensiero che va al di là di quello della filosofia tradizionale.



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu