La movida del centro storico di Napoli

La movida del centro storico di Napoli
1.5 (30%) 2 votes

Siamo in pieno week-end e come ogni buon napoletano è il momento di dimenticare lo stress del lavoro e per farlo non c’è niente di meglio che godersi la città di notte.

Uno dei posti molto amati di chi vive la movida notturna è sicuramente il centro storico, dove molti giovani ma non solo anche famiglie  amano trascorrere le serate del weekend tra i vicoletti della città e dei numerosi locali che questa zona offre.

Chi sceglie di frequentare il centro storico nel week end lo fa proprio per godersi in tutta tranquillità una passeggiata molto caratteristica, ma il centro non offre  solo tranquillità, questa zona  infatti propone nelle ore più tarde, una movida  fatta di locali dove è possibile ascoltare musica  e sorseggiare una birra.

Questi locali sono decisamente caratteristici perché  sono dei bassi rivisitati e adattati  per svolgere la vita notturna  e che  cambiano  in poco tempo il volto di questa zona.

Il target  delle persone che lo frequentano come si può ben capire  è decisamente vario e muta a seconda dell’ora. Per esempio arrivare alle otto, in questa zona significa incontrare per lo più famiglie con bambini o giovani coppie o comitive di amici in cerca di pizzerie o pub in cui trascorrere la serata. Spettacolare e talvolta inquietante la visione della fiumana di persone che attendono il loro turno per degustare la pizza da Sorbillo, una folla formata da persone disposte a cenare anche oltre la mezzanotte, pur di mangiare una pizza che per molti non ha rivali. Se proprio non resistete all’attesa vi consigliamo di cenare presso la pizzeria delle  Sorelle Bandiera, che si trova nelle adiacenze e che riesce sempre a limitare i tempi d’attesa, offrendo una pizza molto buona.

Nelle ore più tarde troviamo invece un target decisamente diverso, giovani  di solito studenti universitari, o studenti erasmus pronti a trascorrere tutta la notte in strada in vinerie e caffetterie, trovando il suo centro nella movimentatissima Piazza Bellini, dove si spazia dal pub, ai caffè letterari, come Intra Moenia, o al locale dove sorseggiare un drink, come Spazio Nea o Lemme Lemme.

Il centro storico offre dunque  diversi punti di incontro soprattutto per i giovani che si ritrovano a vivere le ore notturne in queste zone.

La Movida come libertà di espressione

La movida del centro storico però si differenzia dagli altri quartieri di Napoli. Se per quella di San Pasquale a Chiaia  per esempio come abbiamo evidenziato,  si distingue per il suo pubblico che possiamo definire “bon ton” molto attento alla moda con look ricercati quasi da sfilata, quello che si può notare della movida del centro storico è che  formata da persone dallo stile molto casual decisamente  informale  e soprattutto variegato che oscilla dai look punk a quelli metal, rasta e chi più ne ha più ne metta, insomma il centro storico diventa il simbolo di libertà di espressione, di stile dove  ognuno può esprimere se stesso, non è un  caso infatti che  in questa zona risiedano le maggiori università della Città.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu