Allerta Meteo prolungata in Campania: a Napoli -5°C nella notte!

Fabio Avallone

La protezione Civile della Campania fa sapere che la situazione non migliorerà prima di qualche giorno

La protezione civile della Campania ha prolungato l’allerta per neve e gelo fino a mercoledì 11 gennaio. In particolare sono previste possibili nevicate nella fascia costiera a quote collinari, ma il rischio gelate riguarda tutta la Campania. Sono già moltissimi i disagi dovuti alle temperature eccezionalmente fredde di questi giorni.

A Napoli, intanto, la notte tra il 7 e l’8 gennaio è stata registrata la temperatura di -5,7°C. Si tratta della temperatura più bassa mai registrata nel capoluogo. Il precedente record assoluto che apparteneva al 10 gennaio 1981 con -5,6°C. Temperature simili sono previste anche questa notte e fino a mercoledi.

A Benevento scuole chiuse fino a domani e si ferma anche l’Università del Sannio, mentre si è conclusa per fortuna positivamente la disavventura di 15 escursionisti (tra cui 5 bambini) rimasti bloccati nel rifugio “La Torre” a Bocca della Selva, frazione di Cusano Mutri. Dopo circa 12 ore di tentativi i soccorsi sono riusciti a raggiungere il rifugio ed a portare tutti in salvo.

In alcuni comuni del Salernitano le scuole rimarranno chiuse almeno fino a domani. A Nocera SuperioreRoccadaspideTrentinara, infatti, i sindaci hanno disposto la sospensione delle attività didattiche oltre a raccomandare la massima prudenza a tutti i cittadini. Anche alcuni rioni collinari di Salerno (via Panoramica e Giovi) sono rimasti senz’acqua a causa di tubature gelate, da oggi pomeriggio i cittadini verranno riforniti attraverso un servizio di autobotti.

La situazione più grave è stata registrata ad Avellino, dove purtroppo un senzatetto di 43 anni originario di Visciano, Angelo Lanzaro, è stato ucciso dal freddo nella notte del 6 gennaio.
Sulla vicenda è stata aperta un’indagine della magistratura per omissione di soccorso, volta ad accertare se sia stata trascurata l’ordinanza emessa dalla Protezione civile regionale che invitava a trovare adeguata sistemazione ai senzatetto in previsione dell’arrivo del grande freddo. L’indagine verificherà anche se gli uffici comunali sapessero della situazione in cui l’uomo viveva da molto tempo.

 



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu