Allerta Meteo prolungata in Campania: a Napoli -5°C nella notte!

Fabio Avallone

La protezione Civile della Campania fa sapere che la situazione non migliorerà prima di qualche giorno

La protezione civile della Campania ha prolungato l’allerta per neve e gelo fino a mercoledì 11 gennaio. In particolare sono previste possibili nevicate nella fascia costiera a quote collinari, ma il rischio gelate riguarda tutta la Campania. Sono già moltissimi i disagi dovuti alle temperature eccezionalmente fredde di questi giorni.

A Napoli, intanto, la notte tra il 7 e l’8 gennaio è stata registrata la temperatura di -5,7°C. Si tratta della temperatura più bassa mai registrata nel capoluogo. Il precedente record assoluto che apparteneva al 10 gennaio 1981 con -5,6°C. Temperature simili sono previste anche questa notte e fino a mercoledi.

A Benevento scuole chiuse fino a domani e si ferma anche l’Università del Sannio, mentre si è conclusa per fortuna positivamente la disavventura di 15 escursionisti (tra cui 5 bambini) rimasti bloccati nel rifugio “La Torre” a Bocca della Selva, frazione di Cusano Mutri. Dopo circa 12 ore di tentativi i soccorsi sono riusciti a raggiungere il rifugio ed a portare tutti in salvo.

In alcuni comuni del Salernitano le scuole rimarranno chiuse almeno fino a domani. A Nocera SuperioreRoccadaspideTrentinara, infatti, i sindaci hanno disposto la sospensione delle attività didattiche oltre a raccomandare la massima prudenza a tutti i cittadini. Anche alcuni rioni collinari di Salerno (via Panoramica e Giovi) sono rimasti senz’acqua a causa di tubature gelate, da oggi pomeriggio i cittadini verranno riforniti attraverso un servizio di autobotti.

La situazione più grave è stata registrata ad Avellino, dove purtroppo un senzatetto di 43 anni originario di Visciano, Angelo Lanzaro, è stato ucciso dal freddo nella notte del 6 gennaio.
Sulla vicenda è stata aperta un’indagine della magistratura per omissione di soccorso, volta ad accertare se sia stata trascurata l’ordinanza emessa dalla Protezione civile regionale che invitava a trovare adeguata sistemazione ai senzatetto in previsione dell’arrivo del grande freddo. L’indagine verificherà anche se gli uffici comunali sapessero della situazione in cui l’uomo viveva da molto tempo.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu