Il Museo Archeologico di Napoli produce un videogioco alla scoperta dell’arte antica

Valentina Cosentino

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ormai all’avanguardia nelle strategie di comunicazione dell’arte antica e delle proprie collezioni presso un pubblico sempre più variegato e sempre alla ricerca di nuovi metodi di coinvolgimento mirati per ogni fascia e tipologia di utenti, produce ora un videogioco che da marzo sarà disponibile gratuitamente sulle piattaforme GooglePlay ed AppleStore.

La nuova App racconta un’appassionate avventura storica intitolata Father and Son, ed è interamente prodotto dal MANN, nato da un’idea di Ludovico Solima dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitell, progettato dal game producer Fabio Viola e disegnato a mano dall’artista inglese Sean Wenham,

Si tratta di un avventura narrativa in 2D in cui un giovane dopo aver ricevuto una lettera da un padre archeologo che non ha mai conosciuto inizia un viaggio nel tempo attraverso varie epoche storiche dall’Egitto ai giorni nostri passando per l’epoca romana e  l’età borbonica. Da sfondo la città di Napoli e protagoniste le ricche collezioni del Museo.



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu


Il Museo Archeologico di Napoli produce un videogioco alla scoperta dell’arte antica

Valentina Cosentino

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ormai all’avanguardia nelle strategie di comunicazione dell’arte antica e delle proprie collezioni presso un pubblico sempre più variegato e sempre alla ricerca di nuovi metodi di coinvolgimento mirati per ogni fascia e tipologia di utenti, produce ora un videogioco che da marzo sarà disponibile gratuitamente sulle piattaforme GooglePlay ed AppleStore.

La nuova App racconta un’appassionate avventura storica intitolata Father and Son, ed è interamente prodotto dal MANN, nato da un’idea di Ludovico Solima dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitell, progettato dal game producer Fabio Viola e disegnato a mano dall’artista inglese Sean Wenham,

Si tratta di un avventura narrativa in 2D in cui un giovane dopo aver ricevuto una lettera da un padre archeologo che non ha mai conosciuto inizia un viaggio nel tempo attraverso varie epoche storiche dall’Egitto ai giorni nostri passando per l’epoca romana e  l’età borbonica. Da sfondo la città di Napoli e protagoniste le ricche collezioni del Museo.



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu