Il crocchè di patate napoletano, tutti i segreti per farlo in casa!

Grande Napoli

Una ricetta semplice e molto gustosa. Ecco tutti i segreti per un crocchè perfetto!

Il crocchè di patate, detto anche panzarotto, è uno dei piatti più sfiziosi e gustosi della cucina napoletana. La ricetta è abbastanza semplice, ma alcuni piccoli accorgimenti possono determinare il successo del piatto. Innanzitutto è fondamentale la scelta delle patate, quelle a pasta gialla (meno acquose e più compatte), altro segreto sta nell’impanatura, la crocchetta di patate va infatti passata in uovo e pangrattato per non rischiare di farli aprire.

Ultimo accorgimento: prima di friggere lasciar riposare in frigo. A Napoli i crocchè di patate sono uno degli street food più apprezzati, un prodotto tipico di friggitoria da preparare anche in casa per una cena tra amici o in famiglia.

 

La ricetta 

Ingredienti per una teglia da 24 cm

  • 1 kg di patate farinose possibilmente rosse o bianche
  • 100 g di pecorino romano grattato
  • prezzemolo q.b
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.
  • 100 g di mozzarella asciutta
  • 3 uova intere
  • farina e pan grattato q.b

Procedimento:

Bollire le patate, mettendole inizialmente nell’acqua fredda. Una volta cotte, pela le patate e schiacciale. Riponi le patate schiacciate in un tegame basso e pressa il tutto, in modo che le patate stesse diventino compatte. Fai raffreddare ed aggiungi tutti gli ingredienti: i tuorli, il prezzemolo, il pepe nero e il pecorino. Lavora il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.Crea delle piccole palline, al centro delle quali inserisci una striscia di mozzarella. Chiudi e forma il panzarotto.Passa il panzarotto nella farina, poi nell’albume e infine nel pangrattato. Fai riposare il tutto in frigo almeno per un paio d’ore.Friggi in olio di arachidi a 160 °.

Disponi i panzarotti su della carta assorbente. Ora non resta che mangiare. Buon appetito!



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu