Napoli raccoglie beni di prima necessità per i terremotati

Da Ieri all’ex Opg Occupato, sito in via Imbriani 218 a Materdei, c’è la raccolta di beni di prima necessità che verranno inviati oggi nei paesi del centro Italia colpiti dal terremoto, che ha avuto il suo epicentro nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti. In molti sono accorsi per portare il loro aiuto e per contribuire con il loro gesto di solidarietà a fornire tutto ciò che risulta carente nelle situazioni di massima emergenza, tra cui: cibi a lunga conservazione, prodotti per l’igiene personale, prodotti per i piccoli e coperte.

Non sorprende la grande affluenza di napoletani che sono arrivati con scatoloni, buste e borsoni pieni di cibo, coperte e articoli sanitari da donare alle popolazioni vittime del terremoto di magnitudo 6.0 che si è scatenato durante le prime ore del mattino di mercoledì 24 agosto e che, secondo le stime provvisorie, ha causato almeno 120 morti.

I ragazzi del centro occupato, che sono in contatto con le Brigate di Solidarietà Attiva – Terremoto Centro Italia, hanno noleggiato, di loro iniziativa, un camion per il trasporto di tutti i beni raccolti ieri pomeriggio. Nei prossimi giorni verranno organizzate altre raccolte (gli avvisi saranno pubblicati sulla pagina fb: Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo) e si fa appello alla disponibilità di qualsiasi volontario voglia mettere a disposizione un proprio mezzo di trasporto per portare il materiale raccolto.

Ex Opg, un’area riabilitata per il sociale

Questa non è l’unica iniziativa promossa dai giovani membri di un collettivo che comprende circa 150 ragazzi che si occupano di politica e del sociale. Dalla loro intraprendenza nasce l’idea di recuperare un ex ospedale psichiatrico giudiziario (Opg), abbandonato dal 2008, in modo da rendere la struttura fruibile gratuitamente da parte di un pubblico senza barriere di età o nazionalità, attraverso corsi sportivi (calcio, arrampicata, arti marziali, yoga, danza etc.), corsi di lingua (francese, spagnolo, tedesco, italiano per stranieri), corsi di disegno, pittura, teatro, doposcuola e tante altre interessanti ed utili iniziative che, a partire dal prossimo autunno, saranno rivolte anche a persone diversamente abili.

Giovani che si battono per una città più equa e solidale e cittadini che sono sempre in prima linea per portare soccorso nei momenti di maggiore difficoltà rappresentano la parte più bella di Napoli, città che si è sempre contraddistinta per la propria generosità e solidarietà.

IMG_5956    IMG_5955

IMG_5954    IMG_5959

IMG_5966


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu