5 ottimi motivi per non visitare mai Napoli

5 ottimi motivi per non visitare mai Napoli
5 (100%) 1 vote

1.  A Napoli sono tutti ignoranti

NA_025_palazzo_reale_di_capodimonte

Chi ha viaggiato molto sa che tutte le città sono ricche di cultura e musei.
A Napoli? Niente!
Nessuna storia, nessun museo. Ignoranti che camminano da ogni parte e che, se va bene, fanno la gara di motociclette dove vince chi fa più rapine al volo.
Certo ci sono un paio di musei, ma sono mal tenuti o completamente abbandonati, come il Museo di Capodimonte immerso nel grigio, o il Madre, il museo di arte contemporanea, o il Museo Archeologico, uno dei primi musei costruiti in Europa, in un palazzo vecchio fermo al ‘600 con opere talmente obsolete del periodo di Ottaviano.

2. A Napoli c’è solo la pizza

cucina

Il mito che Napoli sia buona solo per la pizza non è un mito, è vero.
Manco avessimo una pagina Wikipedia dedicata solo alla cucina napoletana o venissimo continuamente nominati dagli ormai prolifici chef internazionali.
La pizza viene usata per tutto, colazione, pranzo, cena. Chi mai vorrebbe sentire l’odore della pizza la sera, con mozzarella di bufala filante e l’odore di basilico che riempie una stanza? Scherziamo? Pff, senza considerare poi che la cucina napoletana è così piatta… c’è solo pizza, ragù, polpo, friarielli, zuppa di cozze, spaghetti alle vongole, pasta asciutta, pasta olive e capperi, frittatine, gnocchi alla puttanesca, parmigiana di melanzane, fritture, zeppole, sfogliatelle e…

3. I Napoletani puzzano

IMG_1997

Una volta stavo parlando con una mia amica canadese la quale mi disse di aver visto il film con Julia Roberts “Mangia Prega Ama”, Julia Roberts arriva a Roma in una casa fatiscente con le impalcature all’interno e per farsi il bagno un’anziana signora le riscalda un pentolone d’acqua per la vasca da bagno.
La mia amica quindi mi chiese se è vero che anche a Napoli riscaldiamo l’acqua sul fornello per farci il bagno poichè non abbiamo l’acqua calda corrente, come appunto il film dimostrava.
Beh ovviamente le risposi di si… quando ce lo facciamo, poi, il bagno.
Le ho dovuto anche spiegare che per accendere il fuoco, che bruciò il bastone che picchiò il cane che morse il gatto, insomma per riscaldare l’acqua, il fuoco lo accendiamo sfregando due pietre, la mia amica non riusciva a credere che vivessimo ancora così, proprio non ci riusciva.
Non è che poi abbiamo inventato il bidet eh…

4. A Napoli non si può uscire di casa

Napoli_Panoramica_Concerto_980x550

Napoli è un vero e proprio far west, c’è il coprifuoco appena il sole tramonta, e quelli che restano per strada sono di sicuro malviventi e i lupi, dei quali si sente l’ululato in lontananza quando c’è la luna piena.
Non abbiamo idea di cosa sia la movida.
I bambini non vedono il sole nemmeno in estate tanto è pericoloso uscire, ed è per questo che i concerti sono così rari qui. Anzi direi che non ce ne sono assolutamente.
Quando esci la sera non trovi mai, mai, qualche gruppo che suona nelle piazze o per le vie con una musica allegra o improvvisata.
E in estate non c’è assolutamente nulla da fare, non solo per il mare sempre inquinato dal colore marrone, ma anche perchè non ci sono eventi, MAI.
Sagre, festival, concerti estivi che durano più di un giorno. Per questo band come Afterhours, Prodigy, Patty Smith, Planet Funk ecc. non hanno mai suonato a Napoli. Jovanotti o Vasco Rossi non verrebbero mai a suonare a Napoli ad esempio a luglio di quest’anno.
Ma in fondo si sa… i napoletani hanno i problemi, sono depressi e tutta la città è una vera tristezza.

5. A Napoli buttano la spazzatura dalla finestra

Copertina Napoli

Ebbene si, i famosi panorami di Napoli oggi sono coperti dalla spazzatura. Siccome non possiamo perdere tempo a fare la raccolta differenziata ogni giorno escluso il sabato, dalle 20.00 di sera in poi, dividendo umido, plastica, carta, l’unica cosa da fare è buttarla dalla finestra a caso.
Abbiamo pure pensato di riempici il Vesuvio perchè in fondo c’è quel buco all’interno, sarebbe ottimo.
Quando scendiamo per strada spesso ci sediamo sui sacchetti dell’indifferenziato perchè le panchine non ci sono.
Ovviamente si sa che poi il mare di Napoli è talmente inquinato che quando entri hai due occhi, ma quando esci ne hai cinque, o magari entri normale e ne esci… napoletano, innamorato di Napoli.

 

Quest’articolo, per così dire, a testa in giù, è ispirato all’ormai famoso articolo di BuzzFeed su Torino. Abbiamo voluto prendere alcuni dei luoghi comuni su Napoli e i napoletani per riderci su, sperando, come sempre, di non aver offeso nessuno.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu